giovedì 31 luglio 2008

Fa molto New York!

Prendo spunto da Daniele (http://pensieriinrete.blogspot.com/) e da quelli al suo sito collegati che lo hanno fatto rispettivamente alle proprie città, e inizio ad elencare quello che per me fa molto Ny, dicendo fin d'ora che questo post sicuramente necessiterà di aggiornamento.
Fa molto New York:
- buttarsi in mezzo alla strada ed alzare un braccio per chiamare il taxi ma fa anche molto New York non dimenticare mai la tessera della subway.
- fa molto New York controllare con attenzione le previsioni del tempo ed essere a conoscenza dell'ora in cui è prevista pioggia (se vedi gente in giro con l'ombrello quando in cielo non c'è una nuvola è certo che pioverà).
- fa molto New York lavorare almeno 12 ore
- fa molto New York mangiare alla scrivania
- fa molto New York parlare spagnolo (se parli inglese non è detto che tutti ti capiscano)
- fa molto New York andare negli Hamptons per l'estate (io in questo sono in ritardo...)
- fa molto New York concedersi almeno una manicure a settimana (come resistere se un negozio su due è un nail center?)
- fa molto New York urlare "I love your shoes" "I love your dress" e scambiarsi reciprocamente indirizzi di negozi
- fa molto New York avere un cane (e portarlo a spasso in passeggino...)
- fa molto New York essere multitasking (lavorare da Jp Morgan di giorno e fare la cameriera la sera - niente è più redditizio del lavoro di cameriera a New York)
- fa molto New York avere uno o più roommate (è il modo migliore per vivere in maniera decorosa in una città con affitti proibitivi)
- fa molto New York Century 21 (ma questo merita un post a parte)
- fa molto New York l'hot dog per strada
- fa molto New York 24/7 .... perché la spesa la puoi fare anche alle tre del mattino
- fa molto New York andare a cena fuori ma se per una sera vuoi stare a casa non puoi rinunciare al cibo del tuo ristorante preferito...che in un batter d'occhio ti viene recapitato a casa
- fa molto New York mangiare giapponese, coreano, italiano, argentino, messicano, thailandese, indiano, israeliano, cinese, africano.....
- fa molto New York la lavanderia a gettone
- fa molto New York dire sempre che stai benissimo, che hai passato un wonderful week end anche se sei stato a casa a non fare niente.
- fa molto New York mangiare da Whole Foods o leggere un libro per terra da Barnes & Noble.
- fa molto New York darsi appuntamenti a distanza di quindici giorni (non vedo l'ora di vederti - sarò libero fra due weekend dalle sette alle 8 di sera)
- fa molto New York girare con il portachiavi pieno di targhette che ti fidelizzano a tutti i vari negozi
- fa molto New York morire di freddo per via dell'aria condizionata e scongelare lentamente per strada
- non fa molto New York andare da Abercrombie (li trovi solo Italiani e Spagnoli)
- fa molto New York non andare in vacanza e io purtroppo non faccio eccezione!!
Ora però lancio:
- fa molto New York dal punto di vista di Alice e Mariella
- fa molto Milano per Ania e Namyra
- fa molto Cork per Sciroccata
- fa molto Bari per Sunofyork
- fa molto Venezia per Alga
- fa molto aiuola per Aiuola odorosa
e chi più ne ha più ne metta..
aspetto fiduciosa

20 commenti:

SunOfYork ha detto...

io veramente vivo a bologna già da un po', ma non sono mai stata un'attenta osservatrice urbana, nè a bari nè a bologna, quindi dirò solo due cose per ciascuna città.

fa molto bari:
- cenare sul lungomare per strada a base di frutti di mare e carne arrosto, con tanto di tavolini e tavola imbandita (a questo poco tempo fa dedicai un post intero :);
- fa molto bari dire "dai vediamoci per un caffè";

fa molto bologna:
- passare le serate seduti per terra a piazza verdi con una bottiglia di birra;
- fermarsi ore e ore a chiacchierare col fruttivendolo (d'altra parte credo che i ritmi di bologna siano molto più lenti di quelli di qualsiasi altra città al mondo)

Sun :)

a.o. ha detto...

L'aiuola odorosa è anche un po' il mio mondo, senz'altro di più della città in cui vivo, perciò...
Fa molto aiuola:
- passare il pomeriggio a travasare piantine di aromatiche in piena terra e la mattina dopo accorgersi che escavatore-animale-Penelope si è cimentata in un articolato tunnel riportando le radici a vista;
- fa molto aiuola rifiutarsi di far entrare i climatizzatori in casa e sperimentare nuove tecniche di immissione delle correnti d'aria da una stanza all'altra armeggiando compulsivamente con tapparelle, zanzariere, imposte, cancelletti esterni: apri, chiudi, abbassa, alza, a metà;
- fa molto aiuola spostare i mobili di casa almeno due volte al mese e di conseguenza sopportare lo sguardo di commiserazione della signora che aiuta nelle pulizie e che mi considera un "caso clinico";
- fa molto aiuola sognare di nuove aiuole aromatiche e profumate da realizzare, forse in un' altra città, forse in un'altra nazione: blu lavanda, verde salvia...

a presto
a.o.

my new york ha detto...

@sunofyork insomma in ogni città, diciamo che quello che ti colpisce è il rapporto con il cibo ;-)
Sono rimaste croste dalla varicella?
@aiuola se mi aiuti con i consigli di faccio un aiuola sul mio balcone, il che mi piacerebbe tantissimo!

Pluto ha detto...

due cose mi hanno colpito: il cane nel passeggino e il lavoro redditizio del cameriere ???

my new york ha detto...

@pluto spero mi ricapiti l'occasione di fotografarli...nell'ues sono molto diffusi..alcuni hanno proprio la classica inglesina e d'inverno anche la coperta. quanto al lavoro di cameriere, se pensi che ogni tavolo dovrebbe lasciare almeno il 20% di tip e che una cena media costa 50 dollari, che nel giro di due ore servirai almeno 50 persone e che sopratutto l'introito è tax free...

cristiano prakash dorigo ha detto...

veneziano, terraferma veneziana, giro per l'europa, ora provincia veneziana.
fa molto provincia veneta cacciare gli zingari in quanto tali; sentirsi metropolitani in quanto a boutique alla moda; mostrare gli oggetti comprati nelle boutique cui sopra; pensare che la provincia non ti appartiene se non nelle comodità, nel salutare tutti i vicini, nel bagnare il tuo giardinetto 3x4, lavare la macchina in leasing, ma non nella mentalità poiché il tuo grado di civiltà ti consentirebbe di vivere a londra come ci fossi nato; parlare dialetto - anche se ti piacerebbe di più chiamarlo slang- e italiano e inglese con indifferenza e confidenza; amare il tuo potere e detestare quello altrui; sentirsi puliti dentro e fuori; dare del tu a qualsiasi persona abba tratti somatici non padani; non smentire più di tanto gli stereotipi appena enunciati.

Sciroccata ha detto...

che idea carina.
mi piace quasi tutto di quello che fa ny tranne il lavorare almeno 12 ore e le non ferie, ovviamente.

Fa molto Cork

-uscire da lavoro e fiondarsi in un pub a chiaccherare con pinta di birra annessa

- non guardare mai il meteo e non portarsi mai l'ombrello che tanto ci sono tutte e 4 le stagioni quasi ogni giorno, tanto vale arrendersi a priori.

- andare da Hillibilly Fried Chicken il sabato notte e ingozzarsi di alette di pollo li davanti. (a me fanno cacare, quindi io non faccio molto Cork).

- indossare canotte e occhiali da sole al primo flebile accenno di sole

- passare da Hmv per gli ultimi dvd in offerta

- avere il catalogo di Argos sempre nuovo a casa e andare in negozio con il codice prodotto giá pronto almeno una volta al mese

- mangiare patate almeno una volta al giorno

- fare la fila nei pub il sabato sera conciate come bomboniere per entrare e rimorchiare qualsiasi essere vivente limitrofo durante la fila

- organizzare un bbq per ogni giorno di sole possibile

- andare a Kinsale a mangiare, a Blarney a passeggiare e a Ballicotton a pescare.

marialuisa ha detto...

salve, stavo leggendo il ssuo blog su ny. da anche info su lavoro immigrazione etc etc? grazie

Gelato al limon ha detto...

Fa molto NY girare con un gelato.
Fa molto Bologna girare con un gelato.
Fa molto Venezia girare con un gelato.
Fa tutto se giri con GELATO!
(in uno dei tanti momenti di immodestia)

Carlo ha detto...

Ciao, sono ancora io: Carlo di http://italianiallestero.spazioblog.it. Ti voglio solo ringraziare per avermi linkato.
Grazie e continua così.

Daniele ha detto...

Che emozione esser citato :)

.. che complicata NY!! qualcosa me l'immaginavo ma qualcos'altro proprio no!!

my new york ha detto...

@sciroccata...però a Cork avete le ferie...@marialuisa ne so abbastanza anche perché nelmio riciclo newyorkese mi è capito anche di fare l'avvocato..@gelato al limon - fa molto New york fare la fila da Grom per il gelato o per le cup cake da Magnolia Bakery...io da questo però mi dissocio ma ti assicuro che le file sono kilometriche@daniele alla fine non lo è poi così tanto..

Mari ha detto...

dire Howsome e Delicius ogni tre parole;
indossare tacchi kilometrici e portarsi le flipflop nella borsa;
raccontare la tua vita ad un perfetto sconosciuto incontrato in metro nel tempo di tre fermate!!
......
quanto amo NY
M.

Anonimo ha detto...

ahahah fantastico questo post!! ero a new york ( in aereoporto tornando dal messico) e per 4 mesi vivrò a braga, sperduta cittadina nel nord del portogallo, e continuo a leggerti anche da qui, quindi scrivi !!! :)
sonia

la donna con la valigia ha detto...

delizioso questo post e anche scritto molto bene... complimenti! presto lo linko su dcv
ciao,
Marina

alga ha detto...

dove sei finita anna?
cosa fa molto venezia?
-forse camminare urtando le persone con gli zaini,
-girarsi di colpo per ammirare un'orrida imitazione di finestra finto gotico e fotografarla pestando i piedi di chi ti sta attorno,
-guardare le vetrine ed esclamare, guarda c'é anche qui mecdonald.
-cercare di vendere biglietti di concerti vestiti in costume settecentesco
-chiacchierare dalla finestra con un'amico in calle
-chiacchierare la notte tra le sedie dei bar chiusi
-cantare opere a squarciagola alla luna, fatto il pieno di vino.
-passare per i canali alle due di notte col motore su di giri e la musica assordante

koala ha detto...

Che bel blog. Ma non srivi piu' dal lontano luglio?
Voglio qualche storia piu' recente....
Baci da un'altra emigrante
Dovro' scrivere cosa fa molto Idaho.
Koala

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

I wish not concur on it. I regard as polite post. Expressly the appellation attracted me to be familiar with the unscathed story.

Anonimo ha detto...

Amiable post and this enter helped me alot in my college assignement. Thank you on your information.